Per il nostro viaggio nel fantastico mondo dei giochi, il Nonno Pasticciere sembra essersi ispirato a un evento imperdibile, San Pellegrino in Fiore, che si è svolto lo scorso fine settimana nel quartiere medioevale di Viterbo. Passeggiando per le vie del centro storico, tra giochi di luci e suoni potrete ammirare splendidi “quadri” composti da fiori e piante, delle vere e proprie architetture.


State sognando di passeggiare tra queste meraviglie? Anche i piccoli di casa possono divertirsi con giochi d’arte utilizzando proprio gli elementi naturali.
Possono sfruttare fiori, piante, erba  disegnando i tratti del loro soggetto. Le faccine? Sono bellissime e simpaticissime. Potete fare il ritratto di ogni membro della famiglia.

 http://happyhooligans.ca/nature-faces/

E guardate come dei petali di rosa si trasformano in soffici palloncini!

http://playfullearning.net/2014/06/collaborating-nature/

Un ramo nodoso e sottile se fissato e incollato sopra ad un foglio può essere la base per disegnare un maestoso castello, sfoderando tutta l’immaginazione e tutta l’indole da architetti di cui i bimbi sono capaci.

http://playfullearning.net/2014/06/collaborating-nature

Le foglie, con le loro innumerevoli e variegate forme, si prestano invece a collage super definiti: possono trasformarsi in praticamente tutti gli animali.

Altro materiale versatile e carino, che piace a tutti i bambini, sono i sassi piatti e lisci. I ciottoli, insomma. Anche questi possono essere usati come le foglie, incollandoli su un foglio e disegnandoci attorno ciò che ispirano con la loro particolare forma.

Passeggiare alla scoperta degli elementi naturali stimola la curiosità dei piccoli di casa. Potete raccogliere foglie, piccoli rami, pigne, ghiande e metterli in un recipiente. Il bambino potrà usare una lente d’ingrandimento per osservare da vicino le nervature di una foglia, la corteccia di un albero.


Noi vogliamo portarci avanti e finire il nostro bel giro nel mondo dei giochi con un pensiero per tutte le mamme. Potete omaggiarle con una bella ghirlanda di foglie.
Raccogliete delle foglie, lavatele e asciugatele. Poi i bambini possono forare le foglie con un bastoncino e far passare uno spago di juta. Questa attività è ottima per allenare la coordinazione mano-occhio, inoltre è un’esperienza sensoriale che arricchisce i piccoli.

E dopo questo fantastico viaggio, avete a disposizione tutti gli ingredienti necessari per diventare dei veri artisti:) Alla prossima!

Fonti:
www.nostrofiglio.it
www.mammapretaporter.it

Manuela Piccioni