Avete più grucce o scheletri nell’armadio? Sicuramente la prima, perché le grucce (o stampelle come le chiamano in alcune Regioni d’Italia) entrano in casa nostra con estrema facilità: dal negozio, dalla lavanderia, dalla mamma che ha stirato al posto nostro…in un batter d’occhio ci ritroviamo gli armadi pieni.

Anche se, come i vestiti, quando servono sembra non essercene mai abbastanza! La primavera in arrivo e la necessità di pulizia in quest’ultimo periodo ci portano necessariamente a riordinare molti spazi della nostra casa, cercando di sbarazzarci delle cose superflue, vecchie o rovinate.

Ma come sappiamo, gli oggetti hanno più vite dei gatti e allora largo al riciclo creativo!

Sono le vostre grucce ad essere malridotte? Niente paura, ci sono moltissimi modi in cui poterle riutilizzare. Innanzi tutto se si rompono quelle da gonne è facile: le due pinze laterali saranno utilissime per tenere insieme fogli, appunti o fotografie.

Grucce di metallo
1) Portarotoli. Sia scottex, sia carta igienica, sia nastro adesivo, la vostra gruccia di metallo è molto versatile. Basterà rompere un pezzetto dell’asta alla base per introdurre l’oggetto da “portare”.

 

Per la carta igienica però vi dovrete esercitare con le pinze: dovrete realizzare una sorta di rettangolo con una linguetta nel mezzo, come nella foto qua sotto.

2) Riviste. Ci sono due modi per sistemare le vostre riviste, appendendole alle pareti con delle pratiche grucce di metallo.

O le lasciate così come sonosistemando i giornali “a cavallo” della gruccia, oppure formate una sorta di recipiente “aprendo” la forma della gruccia in modo rettangolare e portando in avanti un lato. Vedendo un esempio è molto più intuitivo!


3) Libri. Piegate la gruccia a ferro di cavallo schiacciando le estremità con le pinze e successivamente piegandole in avanti in modo da formare un leggìo perfetto.


4) Lampadari. Che ne dite di questi lampadari? Esistono anche in versione “gruccia di legno”.


5) Natale. Una gruccia si trasforma facilmente in albero di Natale o se la aprite e ne fate un cerchio, un ottimo supporto per la vostra ghirlanda decorativa.


6) Portascarpe. Spezzate la gruccia e trasformatela in un naso con i baffi. Alle estremità infilate le vostre scarpe o ciabatte e riponete il tutto in ordine in un armadietto. Oppure potete inventare una pratica scarpiera: basterà prendere tre barre di metallo con fori e impilare (a triangolo) una coppia di grucce ogni volta che vorrete formare un ripiano. Ecco come.

7) Portafoto e quadretti decorativi. Ovviamente potete assemblare più grucce in modo da ricavare un’ampia superficie sulla quale “pinzare” le vostre foto. Oppure con una pinza realizzare quadretti decorativi da appendere alle pareti.

Grucce di legno                                                                                               1) Appendiabiti. A dire il vero anche con quelle di metallo si possono realizzare pratici appendiabiti, ma quelle di legno sono assolutamente più resistenti.

2) Scolapiatti. Questa non ve l’aspettavate proprio!!

3) Lampada da tavolo. Oltre ai lampadari, si può costruire una lampada da tavolo di assoluto design con una semplice gruccia.


4) Sedia. Questo esempio è per veri professionisti! Bellissima!

Mai appendere la fantasia al chiodo, mai davvero!

Eleonora Ciambellotti

Fonti                     https://www.pinterest.it
http://ecodelleco.blogspot.com/2014/12/riciclo-grucce.html
https://www.ideadesigncasa.org/riciclo-grucce/
https://www.pourfemme.it/articolo/albero-di-natale-con-il-riciclo-creativo-idee-originali-foto/162649/
http://legruccedisarap.blogspot.com/2011/11/gli-usi-piu-strani-con-le-grucce.html
https://www.nonsprecare.it/riciclo-come-riutilizzare-le-grucce
https://design.fanpage.it/come-riciclare-le-grucce-dei-vestiti/
https://www.quotidiano.net/magazine/tempo%20libero/fai-da-te-riciclare-grucce-1.4040292
https://archzine.it/fai-da-te/riciclo-creativo-idee-riciclo.html
https://soluzionidicasa.com/come-fare-riciclo-creativo/