In ogni periodo dell’anno, ma soprattutto in primavera e in estate, è bello poter passeggiare all’aria aperta. Fa bene alla salute e al nostro umore, inoltre stimola la curiosità dei bambini che “bombarderanno” gli adulti con le loro innumerevoli domande: “ma di che forma è quella nuvola? Di che pianta si tratta?”.
Mentre ci dedichiamo alla nostra passeggiata, possiamo utilizzare alcuni degli elementi naturali che troviamo per creare un momento di condivisione e di divertimento con i piccoli.
Basta prendere uno scotch di carta e attacare tutti i fiorellini che riusciamo a cogliere creando un bellissimo bracciale.


Se avete deciso di concedervi un momento di relax al mare, divertitevi a raccogliere tante conchiglie. I bambini sono attratti da questo tesoro marino dalle diverse forme e innumerevoli colori.
Navigando in rete, il Nonno Pasticciere ha trovato alcune semplici ma bellissime sculture che si possono fare con il vostro bottino e con l’aggiunta di altri materiali.

Raccogliete qualche sasso durante le passeggiate sulla battigia, piccole conchiglie, un ciuffo di alghe e procuratevi la colla vinilica. Ora rimettete insieme i pezzi e avrete costruito la casa dei vostri sogni, magari proprio in riva al mare:) La storia potete cambiarla modificando i pezzi del puzzle a vostro piacimento.

La fame si fa sentire e dopo una nutriente merenda siamo pronti a salpare, il vento è quello giusto! Basta costruirsi una piccola barca con pochi e semplici passaggi.
Un po’ di pezzi di bambù, di quelli che si trovano lungo l’arena, colla vinilica, corda colorata, un pezzo di tela o cartone o tela cerata.
Ora radunate tutti i pezzi di bambù e verificate che siano più o meno della stessa misura. Prendete i due pezzi più grossi (quelli con il diametro della canna maggiore)  e distribuitevi sopra uno strato di colla. Uno per volta incollate gli altri legnetti, premendo bene.

La base della zattera è pronta, lasciatela asciugare e intanto scegliete la tela o altro materiale per la vela. Per renderla più bella e realistica, prendete dello spago o del filo colorato e passate attorno ai legnetti come se doveste annodarli.

E’ giunto il momento della vela, ritagliate da un pezzo di tela un triangolo, incollatela ad un pezzo di bambù,  fermandola con un paio di punti.

Ecco, la vostra zattera è pronta. Mettetela in acqua e, se riuscite a realizzarne altre, potreste organizzare coi vostri bimbi e con gli amici della spiaggia una gara di zattere. E se non siete al mare, provate a realizzarne alcune con rami a cortecce e lasciarle andare lungo i torrenti di montagna, ad esempio.
Ora è tutto pronto, tirate le vele. Buon vento amici!

Fonti:
www.oltreverso.it
childhoodmagic.blogspot.com

Manuela Piccioni