Lavarsi i denti non è una delle abitudini preferite dai bambini, dobbiamo ammetterlo. Spesso diventa una vera e propria lotta che decreta vinti e vincitori quasi per sfinimento. Ma prendersi cura in modo corretto della propria igiene orale è fondamentale, fin da piccolissimi.

Spazzolini colorati, elettrici o manuali, impugnature dalle forme più strane, dentifrici dai mille sapori…i genitori le provano davvero tutte. Forse per invogliare i ragazzi, potremmo presentare loro il dentifricio sotto un’altra veste, molto più creativa e divertente.

Sì, perché con il dentifricio si realizza velocemente una pasta modellabile per tutti i lavoretti, le decorazioni e i passatempi che abbiamo in mente. È una pasta molto facile da lavorare che può essere modellata anche con le formine, che si asciuga all’aria, compatta e con un profumo gradevolissimo.

Bastano pochi elementi:
-dentifricio (anche economico va benissimo);
-amido di mais o fecola di patate (la seconda rende il composto un po’ più resistente);
-olio di semi, olio di oliva o vasellina (giusto qualche goccia);
-pennarelli, smalti, acrilici o tempere per colorare gli oggetti.

In una ciotola versate tutto il tubetto di dentifricio e aggiungete due gocce di olio di oliva o di vasellina. Successivamente incorporate la fecola di patate (o l’amido di mais) finché non otterrete un panetto morbido e malleabile.

Fonte: http://biancosulnero.blogspot.com/2019/12/pasta-al-dentifricio-e-bicarbonato-per.html

Durante la lavorazione della pasta potete decidere se colorare con un po’ di tempera l’intero composto o se lasciarlo “bianco” e decorare tutto in un secondo momento. Via via che farete formine o piccoli oggetti a vostro piacimento, vi accorgerete che la pasta diventerà molto secca, perciò è consigliabile inumidirsi le mani con olio di semi o acqua per continuare a modellare.

Tante sono le cose da fare con questa pasta: piccole bomboniere, stelle di Natale, addobbi per l’albero, uova pasquali, oggetti da regalare dalle mille forme, basta solo far “lievitare” l’ingrediente essenziale, la fantasia.

Buon divertimento a tutti e buona pausa con i nostri Dolci Pattìni!

Eleonora Ciambellotti