Il Nonno Pasticciere è un vero scienziato in cucina, con i suoi esperimenti sempre ben riusciti non ha rivali! Ma di vulcani ne saprà qualcosa? Attraverso piccoli esperimenti scientifici, replicabili anche a casa, i bambini possono imparare cosa scatena un’eruzione vulcanica.
Preparate tutto l’occorrente:

Una tortiera
una piastra per forno o una tovaglia di plastica
una bottiglietta di plastica
bicarbonato di sodio
un imbuto
un cucchiaio
aceto bianco
2 uova crude
carta stagnola
colorante alimentare o acquarello.
Lo scopo è quello di sfruttare la reazione chimica tra bicarbonato di sodio, albume d’uovo e aceto per simulare un’eruzione vulcanica.

                                                                                                           www.lapappadolce.net

Una volta pronto tutto il materiale basta seguire alcuni semplici passaggi:
. mettiamo tutto il materiale necessario sul tavolo;
. versiamo nella bottiglietta un cucchiaio da tavola colmo di bicarbonato di sodio, aiutandoci con un imbuto;
. rompiamo due uova crude, separiamo gli albumi dai tuorli e versiamo gli albumi nella bottiglietta.

     www.lapappadolce.net

Ora aggiungiamo del colorante e agitiamo la bottiglietta.

       www.lapappadolce.net

Mettiamo la bottiglietta al centro della tortiera. Per preservare il tavolo, mettiamo il tutto su una piastra da forno o usiamo una tovaglia cerata.

Avvolgiamo bottiglietta e tortiera nella carta stagnola, quindi foriamo all’ altezza della bocca della bottiglietta.

    www.lapappadolce.net

Versiamo tutto in una volta mezzo bicchiere di aceto nella bottiglietta.

www.lapappadolce.net

Dopo alcuni secondi, vedremo sgorgare dalla bocca del vulcano una copiosa schiuma colorata.

                                                                                                         www.lapappadolce.net

Infine chiediamo ai bambini di registrare le loro osservazioni e conclusioni.
I vulcani insieme ai terremoti sono fenomeni che riguardano la struttura interna della Terra. La relazione tra vulcani e terremoti è complicata, Secondo la loro origine, i terremoti, possono essere di natura vulcanica, di franamento o locali, oppure tettonici.
I terremoti vulcanici si verificano in presenza di un vulcano, e spesso sono un avviso per la ripresa della sua attività.
Forse è il caso di costruire anche un piccolo sismografo per i nostri piccoli scienziati per far capire loro come funziona.
Un sismografo è uno strumento che durante un terremoto registra il movimento della Terra in quel punto. Il diagramma a forma di onda che disegna è il sismogramma. Proviamo a costruirne una copia fai-da-te!
Occorrente:
• Bicchiere di carta
• Pennarello
• Spago
• Scatola
• Foglio bianco
• Forbici
• Perline o altro per decorare il bicchiere
PROCEDIMENTO
Creiamo una fessura nella parte bassa della scatola dove verrà inserito il foglio.
Pratichiamo un foro nel fondo del bicchiere e infiliamo il pennarello. Dobbiamo appesantire il bicchiere con perline, pongo, pezzi di carta o con quanto a disposizione.
Leghiamo il bicchiere alla parte superiore della scatola regolando il pennarello affinché sfiori il foglio di carta.
Appoggiamo il sismografo su un tavolino e mostriamo come in stato di quiete il pennarello stia fermo. Facendoci aiutare, facciamo scorrere il foglio sotto al pennarello e simultaneamente scuotiamo il tavolino per simulare un terremoto. Questo creerà il “sismogramma” con onde di diversa ampiezza e lunghezza.

Il sismogramma è la registrazione strumentale, attraverso un sismografo, di un movimento del terreno avvenuto a causa di un terremoto. Poiché il movimento durante il terremoto non è uniforme, una stazione di rilevamento produce un diagramma a forma di onda con differenti lunghezze e ampiezze. Questi diagrammi permettono di quantificare forza, magnitudo e ipocentro del terremoto.

I bambini impareranno sicuramente molto mettendosi nei panni di piccoli scienziati e dopo tutte queste scoperte avranno una fame da lupi! Il Nonno Pasticciere non vede l’ora di aprire le porte del suo fantastico laboratorio per tutti voi.

Alla prossima!

Fonti

www.lapappadolce.net

www.focusjunior.it

doc.studenti.it

Manuela Piccioni