Di farine ne esistono davvero tantissime. C’è quella di mais, di riso, di farro, di cocco, di mandorla, di castagne, c’è la manitoba, la 0, la 1, la 00, la 2, quella di segale o quella integrale, insomma una varietà da far perdere la testa a tutti, tranne che al nostro Nonno Pasticciere, che in questo campo è davvero un esperto!

Ogni creazione necessita della propria farina per diventare un vero capolavoro e scegliere non è semplicissimo. Ma non serve essere dei maghi in cucina, quando la farina la impieghiamo per altro. Non ci credete? Beh, in effetti in questi ultimi mesi la farina sembra diventata elemento indispensabile della creatività di molti: torte, pane, brioche…è stato infornato davvero di tutto nelle nostre case, ma vi possiamo assicurare che con la farina si possono fare anche dei giochi divertenti, non solo prelibatezze!

  1. Disegnare. Sì, con la farina possiamo disegnare, soprattutto dei bellissimi panorami innevati. Basta prendere un foglio dei colori e della colla vinilica. Dopo aver tracciato montagne tutto ciò che vi piace, cospargetelo con della colla e spolverate il tutto con un po’ di farina.
    Fonte: https://www.pensoinventocreo.it/giochi-in-casa-per-bambini-di-2-5-anni/
  2. Gioco della farina. Vi occorreranno piatti di plastica, penne o pennarelli e della farina. Dividetevi in due o più squadre da quattro persone ciascuna. Ogni squadra prenderà un piatto di plastica e scriverà, sul fondo interno, un breve messaggio, proverbio, frase di canzone, un motto, qualsiasi cosa purché breve. Dopodichè, bisognerà versare metà bicchiere di farina nel piatto di plastica e spianarla bene fino a coprire il messaggio.Appoggiate i piatti di plastica sopra un tavolo distanziandoli tra loro di circa 70 cm e raggruppate le squadre ad una distanza di circa 3,50 m dal tavolo, tutti in fila indiana. Il primo concorrente al segnale stabilito correrà verso il tavolo, soffierà senza toccare il piatto con le mani e proverà a intuire la frase scritta. La prima squadra che indovinerà la frase avrà vinto il gioco! https://faidatemania.pianetadonna.it/come-fare-il-gioco-della-farina-14808.html
  3. Manipolazione per i piccolissimi. Per i bimbi da 6 a 18 mesi manipolare ed esplorare è fondamentale. Allora prendete delle piccole ciotole e tanti tipi diversi di farina e lasciate che siano loro a trovare la strada giusta per sperimentare il divertimento con questo materiale. Se volete, per quelli più grandi, aggiungete dell’acqua così iniziare anche ad impastare.
  4. Pasta di sale. Un evergreen sempre piacevole! Bastano 1 tazza di farina, 1 di sale e 1 di acqua. Miscelate il tutto e cuocete le vostre creazioni a 60 gradi circa finchè non si seccheranno…in inverno può bastare anche il termosifone! 
  5. Lavagna. Attività di pregrafismo. Prendete una scatola, abbastanza grande e cospargetela con la farina gialla. Sarà un ottimo supporto per imparare a disegnare.
    Fonte: https://www.pinterest.it/pin/567383253031864362/
  6. La sabbia. La farina gialla sapientemente bagnata può diventare la sabbia giusta per realizzare castelli e formine!
  7. Palloncini antistress. Palloncini, farina, imbuto e pennarelli. Gonfiate un paio di volte i palloncini prima di usarli! Prendete un imbuto e versate all’interno dei palloncini la farina e chiudete. Con delle faccine sorridenti disegnate sopra, lo stress passerà più velocemente!
    Fonte: https://www.mammafelice.it/2016/06/06/palloncini-di-farina-antistress/

Buon divertimento e chissà che tra di voi piccoli “infarinatori” non nascerà un nuovo Nonno Pasticciere!

Eleonora Ciambellotti