Di verde ne abbiamo sempre più bisogno. Tutti. Soprattutto adesso che la Natura si risveglia con il tepore primaverile. Una gioia per occhi e cuore, un motivo per fermarsi e imparare nuovamente ad ascoltare la lentezza e la meraviglia.

Abbiamo solo questa Terra, che chiede cura e attenzione, rispettiamo i suoi modi e i suoi tempi.

Non tutti, è vero, hanno il cosiddetto pollice verde ed è proprio per questo che abbiamo raccolto qualche simpatica idea per trasformare il vostro balcone in una palestra di ”buone pratiche”, dove far nascere e crescere profumi e colori.

Il giardino pensile ha origini molto antiche, basti pensare alla città di Babilonia e il suo impiego ha da sempre attirato architetti, ingegneri e pittori nella definizione del bello.

Avete una terrazza da “sistemare”? Speriamo di suggerirvi spunti interessanti!

Prima di cominciare con le decorazioni ecco alcuni consigli pratici.
-Comprate piantine già cresciute da trapiantare nei vasi grandi. La dimensione dei vasi dovrà essere proporzionata alla dimensione dell’ortaggio che state coltivando. Le zucchine, per esempio, crescono in vasi di 50/60 cm di diametro e di 40/50 cm di altezza. Le lattughe, i sedani, le cicorie, e mote erbe aromatiche, possono crescere in vasi di 30 cm di diametro e 20 cm di altezza.

-Partite sempre da ortaggi a ciclo breve oppure iniziate con le più semplici erbe aromatiche. Se amate i fiori, scegliete ortaggi e frutta che fioriscono o che sono decorativi, come i peperoncini, le bietole, le fragole, i pomodorini.

-Le piantine già cresciute possono essere trapiantate da fine marzo a fine aprile.

-Per quanto concerne il terriccio, non compratene di economico, perché la qualità, in questo caso, è tutto. Il terriccio può essere tradizionale, già fertilizzato oppure terriccio bio già concimato. I vasi vanno preparati con argilla espansa o ghiaietti sul fondo. Al terriccio aggiungete della sabbia a grana grossa. La sabbia, che deve essere circa il 10% del totale, drena facilmente l’acqua.

-Quando trapiantate le piantine, innaffiatele bene e poi aspettate che la terra sia asciutta prima di irrigare. Più farà caldo, più sarà necessario innaffiare, specialmente ai bordi del vaso e non direttamente sulle radici. Innaffiate al tramonto, così le piante avranno tutta la notte per assorbire l’acqua, che invece evapora subito se giunge in pieno sole.

-Se il vostro balcone è inondato di luce tutto il giorno, potete piantare qualunque varietà di ortaggio; altrimenti limitatevi a piantare valeriana, cicoria, cavoli, bietola, prezzemolo e tutte quelle piante che non necessitano di tanta luce.

-Se il vostro balcone si trova in una strada di città molto trafficata, coprite i vasi con un “tessuto non tessuto” (TNT) che eviterà alle polveri sottili di depositarsi sulle piante, permettendo però al sole e all’acqua di filtrare.
Per una guida più dettagliata seguite questo link http://www.ortomio.it/ortaggi_da_balcone.html#

E ora guardate alcuni “vasi” molto creativi.

1) Vasi sospesi. Procuratevi barattoli di vetro, cesti in vimini, vasi leggeri e delle corde. Riempite i contenitori con del terriccio universali e trapianta delle piccole piante che sviluppano poche radici come le erbe aromatiche. Assicuratevi che i contenitori non possano far trapelare l’acqua che userete per innaffiarle per non danneggiare i mobili sottostanti. Per legare le corde al contenitore potete procurarvi degli anelli di metallo che avranno questa funzione di congiunzione tra le parti, poi appendi dove preferisci il tuo piccolo orto pensile.

2) Orto verticale. Dove coltivare le erbe aromatiche? In un orto verticale realizzato con materiali di recupero. È sufficiente avere a disposizione un asse di legno, alcune bottiglie di plastica, ganci, chiodi e martello. Vi serviranno anche terriccio e piantine di erbe aromatiche da trasferire nelle bottiglie. Potrete appendere il giardino ottenuto alla parete della casa che si affaccia sul balcone.

3) Orto nel tubo di PVC. Ecco una tecnica legata all’agricoltura idroponica o coltivazione fuori suolo. Permette di ottenere un ricco raccolto di fragole in un solo metro quadrato di spazio. Le piantine crescono all’interno di un tubo di Pvc appositamente forato. Dai fori spunteranno i fiori, che si trasformeranno nei prelibati frutti.

4) Orto tra gli oggetti. Qua è la vostra fantasia a fare da padrona. Ricordate sempre che qualsiasi oggetto voi userete, va forato per permettere all’acqua di non ristagnare 😉

Buon divertimento e buona cura.

Eleonora Ciambellotti

Fonti
https://www.nonsprecare.it/come-coltivare-orto-in-casa-sul-balcone?refresh_cens
https://www.greenme.it/abitare/orto-e-giardino/11503-orto-sul-balcone-idee-originali  https://www.irrigazioneagricoltura.it/blog/giardini-pensili-fai-da-te/