“C’era una volta un giovane pontenese che aveva l’abitudine di fare colazione con…” …prima di concludere la frase, il Nonno Pasticciere interdetto si chiede l’origine e il significato di “pontenese”…non riesce davvero a venirne a capo. Ormai la geografia dovrebbe essere la sua materia prediletta, visti i numerosi viaggi intorno al mondo, eppure questo termine gli sfugge…ma di quale paese sarà questo giovane protagonista della favola che il Nonno sta leggendo per i suoi piccoli nipoti?
Sempre in questo libro, c’è un’immagine…

 

Fonte: www.tirolo.tl

 

qualcosa di familiare c’è…chissà…voi avete capito?

Continuando le sue colazioni natalizie alla ricerca di Babbo Natale, il Nonno Pasticciere approda oggi in una delle cornici più suggestive per i mercatini tradizionali di questo magico periodo dell’anno: Innsbruck, nota in italiano arcaico come Enoponte o Ponténo[1] da cui appunto, pontenési, i suoi abitanti! Ecco svelato l’arcano…chi ci era arrivato alzi la mano!
Come ogni anno, in questa città del Tirolo austriaco, si organizzano ben cinque mercatini di natale: il primo è denominato “Christkindlmarkt Altstadt Innsbruck” nel centro storico, il secondo “Christkindlmarkt Marktplatz”, il terzo “Christkindlmarkt Maria-Theresien-Straße”, il quarto “Panorama Christkindlmarkt Hungerburg” e il quinto “Weihnachtströdlermarkt”.

Il più famoso si svolge nel centro storico della città nel quale spicca il famoso Tettuccio d’Oro – “Goldenes Dachl”, il cinquecentesco simbolo della città -, circondato da palazzi medievali ricchi di elaborate facciate, un tesoro a cielo aperto nell’epicentro della città antica. Imperdibili le degustazioni di specialità tradizionali come le frittelle dolci, le “Kiachln”, e gli “Spatzln”, i tipici gnocchetti tirolesi, il tutto accompagnato da vin brulè. Sulle bancarelle non mancano mai prodotti artigianali: candele, giocattoli di legno, berretti di lana, vasi lavorati e decorazioni per l’albero di Natale.
Il vicolo Kiebachgasse e la piazzetta Köhleplatz in occasione dell’Avvento diventano la “via delle fiabe” (Märchengasse), nella quale una ventina di pupazzi raffiguranti i personaggi di favole famose sporgono dalle finestre delle case medievali.

 

Fonte:http://www.campagnaseeitalia.it

 

Da non perdere è anche il “Christkindlmarkt am Marktplatz”, che si svolge sulla “Marktplatz” – la piazza del mercato di Innsbruck -, vicina al centro storico sulla sponda del fiume Inn, mentre negli anni precedenti si svolgeva sulla piazza Landhausplatz.
È un mercatino per tutta la famiglia: vi si trovano una giostra, un piccolo zoo con animali – caprette, pecore, asini e coniglietti – e quotidianamente, dalle ore 15.00, viene proposto un programma per bambini: un teatro per burattini, mago e racconti di fiabe.
Vengono esposti e venduti anche molteplici articoli regalo e sfiziosità gastronomiche tipiche come i würstel.

 

Fonte:www.milanoweekend.it

Sulla strada principale di Innsbruck, la Maria Theresien Strasse, si svolge il Christkindlmarkt Maria-Theresien-Strasse: una sarabanda di luci e diversi stand che propongono enodegustazioni di prodotti tipici tirolesi.

Infine c’è anche il mercatino di Natale al castello Hungerburg, un mercatino panoramico raggiungibile con la cosiddetta “Nordkettenbahn”, il moderno trenino che porta dal centro della città in alto sui monti del versante nord. Arrivati in cima, la vista è davvero spettacolare: tutta Innsbruck e i dintorni visti dall’alto. Gli stand propongono prelibatezze di tutti i tipi oltre alle piccole idee regalo per Natale.
Il Nonno Pasticciere è davvero affascinato da questo intreccio di colori e sapori, così tanto ispirato che per l’occasione ha dato vita a questo capolavoro 🙂

 

Il Natale fa davvero bene!

Manuela Piccioni Eleonora Ciambellotti